19 Maggio 2024
ArticoliEventiGallerieSpettacoli

Una serata dedicata a Franco Ballone – Foto e articolo

“Ciao Franco!” è stato un evento svoltosi presso Il Cinema Teatro Comunale di Casoli il 13 aprile 2024.
Organizzato dall’Associazione “Noi e gli Angeli – Nico Consalvo” Onlus, insieme al gruppo “Pagine di Casolanità”, è nato per ricordare Franco Ballone attraverso un momento letterario soave e gradevole.

La serata infatti, si è concentrata sui racconti di Franco, tratti dal libro “Le quadierne de Franghe Ballone”, otto quaderni raccolti in un unico volume con scritti che iniziano dal 1989 e che ricordano gli anni trascorsi dall’autore, a partire dalla sua adolescenza. Capitoli che descrivono una Casoli sconosciuta alle nuove generazioni, ma anche fatti e aneddoti risalenti ai giorni nostri.
Sul palco, un’osteria ed un oste d’eccezione, Sergio Forlani, che durante la serata, ha cucinato le “pallotte casce e ove”, ispirato dall’omonimo racconto di Franco e il cui profumo si è sparso nella sala, trascinando il pubblico in una dimensione multisensoriale.
Tra gli spettatori in prima fila, i familiari di Franco Ballone, i quali, omaggiati dall’oste, delle “pallotte casce e ove” ne hanno colto ache il sapore.
Si sono alternate sul palco: Roberta De Nobili, Pina Di Cola, Nadia Di Filippo, Tina Consalvo, Barbara Di Lauro, Ilda Mancini e Maria Naccarella, quest’ultima per ricordare l’amico Franco, senza il quale, non avrebbe mai avuto il coraggio di muovere pubblicamente i primi passi da cabarettista.
Ma sul palco c’era anche Franco Ballone, seduto simbolicamente su una sedia vuota, tutta riservata a lui ed anche un microfono, per farci riproporre virtualmente, un racconto letto in pubblico per la prima volta nell’ultima edizione de “La Lògge che Parle” dal titolo: “Abballe pe lu piène”. Ma durante la serata, è stato letto anche un racconto inedito fornito dalla famiglia.
L’evento, molto toccante, si è concluso con scambi floreali tra gli organizzatori e i familiari di Franco e tra tanta emozione e ricordi indelebili nel cuore di ognuno.

Immagini collegate:

Condividi