28 Febbraio 2024
AmbienteArticoli

A Casoli il primo “AMPLIVO Live Event” svoltosi in Abruzzo

Ecosostenibilità ed ambiente, sono stati i temi dell’incontro del 6 dicembre 2023 a Casoli (CH), presso la Sala Polivalente, dove si è parlato di rifiuti plastici che diventano fonte rinnovabile. Il processo avviene trasformando i rifiuti, prima in bio carburante e dopo di nuovo in materiale plastico. L’azienda leader nel settore del chemycal recyclingè la Corsair Group International.

Mercoledè 6 dicembre 2023, a Casoli (CH), si è svolto il primo “AMPLIVO LIVE EVENT” organizzato in Abruzzo. Ecosostenibilità e ambiente le parole chiave dell’evento. Rifiuti plastici che diventano fonte rinnovabili poiché trasformati in bio carburante per diventare poi nuova plastica. Un progetto rivoluzionario dell’azienda CORSAIR, leader nel settore del chemycal recycling (riciclaggio chimico) ed in quello rivoluzionario del CSR plastic credit.

Sono stati annunciati inoltre, i recentissimi accordi con il governo Olandese e quello della Repubblica del Lao per la costruzione di impianti per la produzione di bio carburante, in aggiunta a quello già realizzato in Finlandia con la partecipazione del governo stesso ed ancora i progetti in via di sviluppo alle Seychelles, Ghana, Canada, Stati Uniti e anche in Italia, precisamente in Sardegna, impianto quest’ultimo, la cui operatività si prevede per la fine del 2024.
Tutto ciò, associato alla rivoluzione del CSR PLASTIC CREDIT, con relativa ricevuta digitale che rilascia al fine di certificare una determinata quantità di plastica riciclata o eliminata dall’ambiente, che rende questo progetto un qualcosa di unico nel suo genere, poiché l’etica del progetto stesso unita al CSR, costituisce un business unico dalle potenzialità straordinarie. Il CSR Plastic Credit è stato lanciato nel 2021: è un utility token che utilizza la nuova tecnologia blockchain della piattaforma ERC20 di Ethereum.

Questi sono stati gli argomenti trattati durante l’incontro a Casoli, al quale i presenti hanno assistito interessati e sorpresi dal progetto presentato, poichè il Corsair Group, offre a privati, aziende e governi un servizio a pagamento per la rimozione dei rifiuti plastici, grazie al quale è possibile l’eliminazione della propria impronta di rifiuti plastici. L’obiettivo è quello di raggiungere la neutralità plastica, ossia la plastica riciclata si equivale con quella immessa nell’ambiente.

Per ulteriori informazioni ed approfondimenti, questo è il numero del referente di Casoli: 342-5592014.


IL PROBLEMA DEI RIFIUTI PLASTICI E LA CORSAIR GROUP INTERNATIONAL

Il problema dei rifiuti plastici è il secondo problema più grave del pianeta. Uno studio del WWF ha dimostrato che ogni essere umano ingerisce circa 5 g di microplastiche ogni settimana, l’equivalente di una carta di credito. Studi recenti hanno dimostrato che queste microplastiche sono state trovate anche nel sangue umano, nei tessuti del cuore, nella placenta, nello sperma, ecc.

Il Corsair Group International, è una società internazionale con sede in Olanda e in Thailandia, composta di 18 società in 3 continenti che ad oggi impiega oltre 100 dipendenti. Il suo obiettivo è quello di sviluppare soluzioni sostenibili per l’ambiente e ad oggi il settore principale è quello del chemical recycling (riciclaggio chimico) utilizzando il processo di pirolisi. Attraverso tale processo la società è attualmente in grado di produrre circa 300.000 litri di biocarburante avanzato al mese (o olio di pirolisi) eliminando circa 400.000 kg di rifiuti plastici altrimenti destinati alle discariche, ad essere bruciati o a finire nei nostri mari.

Il Corsair Group è stata la prima azienda in Thailandia ad aver ottenuto una certificazione ISCC Plus per la sostenibilità ambientale. L’obiettivo è quello di espandere le sue operazioni di riciclaggio chimico di rifiuti di plastica su scala internazionale e diventare la principale società di riciclaggio chimico su scala globale. Già oggi il Corsair Group fornisce il 100% del suo biocarburante avanzato alle più importanti società petrolchimiche al mondo che lo utilizzano nella produzione di nuova plastica, come stabilito da nuove leggi europee e mondiali.

Nel gennaio 2024 sarà operativo il primo impianto in Europa, in Finlandia, e sempre nel 2024 avremo impianti di riciclaggio chimico anche in Italia ed Olanda, in base ad accordi già stabiliti con partner locali.
Il Corsair Group International fa della trasparenza il suo punto di forza: per questo ha sottoscritto un importante accordo con la prestigiosa azienda internazionale di certificazione TÜV Sud che andrà a certificare attraverso degli auditing esterni la reale quantità di plastica riciclata dal Corsair Group nel mondo e la quantità di CSR Plastic Credits rilasciati sul mercato, con la regola di base che per ogni kg riciclato 10 CSR Plastic Credits vengono rilasciati sul mercato come ricevuta digitale. Ad oggi il CSR Plastic Credit è il plastic credit più venduto al mondo e già grandi marchi come BDMS, Diversey, Marriot, Kempinski, ecc. hanno deciso di utilizzare il CSR Plastic Credit per eliminare la propria impronta di inquinamento plastico.

Immagini collegate:

Condividi