19 Maggio 2024
ArticoliConcorsoCronaca

Adele Garzarella vincitrice ex aequo alla seconda edizione di STAN

La seconda edizione di S.T.A.N. dal titolo “Raccontare l’Abruzzo in 3 minuti”, organizzato dall’ass. “Tratturo Magno 101 A.P.S.”, ha visto due vincitrici ex aequo: la geologa casolana Adele Garzarella e la botanica Daniela Tinti.

La botanica Daniela Tinti, con il suo racconto appassionato dedicato alla rara genista pulchella (ginestra aquilana) e la geologa casolana Adele Garzarella, che ha acceso i riflettori sulla Linea Gustav e i partigiani della brigata Maiella, sono le due vincitrici, ex aequo, della seconda edizione di S.T.A.N. (Storia Territorio Arte Natura) il “talent show” del racconto del territorio, organizzato dall’associazione Tratturo Magno 101 A.P.S, con il patrocinio del Touring Club Italiano e Comune di Caporciano (AQ).

Quest’anno è previsto anche un premio del pubblico, sulla base delle visualizzazioni e dei like, di ogni singolo intervento, che troviamo separatamente su questo canale YouTube dell’associazione: Tratturo Magno 101 A.P.S. L’evento inoltre, è stato ripreso e trasmesso anche in streaming, ed è visibile sulla pagina FaceBook di Tratturo Magno – 101 APS cliccando su questo link, dove al minuto 1:15:30, inizia il racconto di Adele Garzarella. Il video su YT con l’intervento di Adele Garzarella da votare, è raggiungibile cliccando su questo link: Adele Garzarelli – La Linea Gustav e i patrioti partigiani di Troilo . Oppure scorrendo questa pagina fino alla fine.

In una gremita chiesa tratturale di Santa Maria de’ Centurelli a Caporciano, sull’altopiano di Navelli, in provincia de L’Aquila, a misurarsi sono stati 12 concorrenti, che con solo 3 minuti a disposizione, hanno illustrato il tema da loro proposto riguardante l’Abruzzo, i suoi luoghi, le sue storie, i suoi personaggi, condividendo il proprio sapere, cercando di coinvolgere il pubblico e lasciando il desiderio di approfondire. A decretare le due vincitrici, è stata la giuria composta da Guido Barlozzetti (giornalista Rai, autore e presentatore), Piero Gaffur (ex manager e scrittore) e Clelia Arduini (giornalista e collaboratrice della rivista Touring). Ha condotto la serata Andrea Portante, organizzatore dell’evento- Alla consolle: il Touring Club per l’Aquilano e il presidente Tratturo Magno 101 A.P.S, insieme a Patryk Kalinski.

Siamo molto soddisfatti del successo anche di questa seconda edizione – commenta Portantee riteniamo sia riuscito anche il tentativo di celebrare l’evento a metà settembre e non a metà agosto, come l’anno scorso, in un’ottica di destagionalizzazione degli eventi culturali e dell’offerta turistica. Le proposte  e i concorrenti, sono poi arrivati da un bacino geografico più ampio del semplice circondario di Caporciano e questo lo ritengo indicativo della crescita di STAN. Tra i nuovi progetti c’è quello di dedicare una sezione a contributi video in inglese, proposti da discendenti di emigranti abruzzesi (che spesso tornano alla ricerca delle loro radici) e agli stranieri che hanno fatto dell’Abruzzo la loro nuova casa. Colgo l’occasione per ringraziare tutto lo staff e in particolare il sindaco di Caporciano, Alessandro Permetta, per il convinto sostegno dato all’iniziativa”.

Alle fine conserveremo solo ciò che amiamo”; ha ammonito Daniela Tinti botanica del Parco nazionale Gran Sasso e Monti della Laga, e che si batte per la tutela della rarissima genista puchella, per gli amici, “ginestra aquilana“, visto che una sua sub specie endemica è esclusiva del Gran Sasso, di cui è stato uno degli scopritori il botanico Fabio Conti dell’Università di Camerino nel 2005. Messa a rischio dagli incendi come quello dell’alto Aterno dell’estate 2020.

Adele Garzarella, ricercatrice alla facoltà di Geologia dell’Università D’Annunzio, membro della Commissione “Geoparco della Maiella”, esperta nel campo della geologia militare, ha ricordato quando l’Abruzzo si trovò attraversato dalla linea Gustav, dal fiume Sangro, su per la Maiella fino a Montecassino e oltre, il dramma delle persone che si ritrovarono tra due fuochi e i nazisti fuori la porta casa, chi infine eroicamente non scelsero la sottomissione e la passività, ma la libertà e la dignità, diventando partigiani nelle loro montagne profanate.

IN QUESTA FOTO ADELE GARZARELLA CON ALLA SUA DESTRA L’ALTRA VINCITRICE DANIELA TINTI
IL VIDEO CON L’INTERVENTO DI ADELE GARZARELLA DA VOTARE

Immagini collegate:

Condividi