20 Aprile 2024
ArticoliCronacaNecrologi

Martedì lutto cittadino a Casoli, Altino e Rapino per le vittime del tragico incidente stradale

Domani 6 settembre, le salme dei ragazzi di Casoli e Altino saranno esposte presso il Palazzetto dello Sport di Casoli, dove dopodomani 7, si svolgeranno i funerali che potranno essere seguiti sulla piattaforma zoom o su YouTube. A Rapino invece, i funerali di Di Fazio si svolgeranno in presenza presso lo stadio comunale.

Da sinistra Alessandro e Massimiliano Fiore di Casoli e il loro cugino Mattia Lorenzo Menna di Altino

Tre comunità sconvolte dal dolore per i giovani che hanno perso la vita l’altra notte.

Ieri 4 settembre 2021, gli abitanti di Casoli, Altino e Rapino, si sono svegliati con la tragica notizia dell’incidente avvenuto durante la notte, in cui hanno perso la vita quattro ragazzi.

Tra le 8:00 e le 9:00, in paese circolavano le prime voci ufficiose sull’accaduto, fino alla conferma data dalla pubblicazione dell’articolo apparso sul quotidiano “il Centro” online. L’ennesima notizia che non avremmo mai voluto ricevere, dopo i lutti recenti avuti nella nostra comunità. Subito dopo si sono susseguiti altri articoli di altre testate online locali, sempre più chiari, sempre più dettagliati e in continuo aggiornamento che ci ha subito gettati in un profondo sconforto. La vicinanza alle famiglie è stata subito espressa attraverso i Social, con messaggi di cordoglio da parte di numerosi concittadini e cittadini della provincia di Chieti, dai sindaci di Altino, Casoli e Rapino, nonché dagli altri sindaci e amministratori del territorio e del mondo del calcio dilettantistico.

Non ci sono parole per descrivere la tragedia che ha colpito la famiglia di Alessandro e Massimiliano e che ha lasciato l’intera comunità di Casoli in un dolore indescrivibile. – ha detto il sindaco di Casoli Massimo Tiberini Esprimo le più sentite condoglianze alla famiglia Fiore e Innaurato e alle comunità di Altino e Rapino per il drammatico incidente che ci ha uniti nello stesso dolore

La nostra comunità piange oggi la perdita di un figlio e di un ragazzo meraviglioso. – ha detto il sindaco di Altino Vincenzo MuratelliUna notizia drammatica ha squarciato il risveglio della nostra Comunità di Altino e di Casoli unite, oggi, in un dolore indescrivibile e incolmabile.Esprimo in qualità di Sindaco la vicinanza di tutta la comunità di Altino alle famiglie e a tutti gli amici in questo momento di immenso e straziante dolore.”

La dinamica dell’incidente

Le quattro vittime del grave incidente, sono: due fratelli di Casoli, Massimiliano e Alessandro Fiore di 21 e 23 anni (figli di Domenico Fiore dell’Ufficio Tecnico del Comune di Casoli, settore Manutentivo), Mattia Lorenzo Menna, 23 anni di Altino (un cugino che viaggiava con loro) e Domenico Di Fazio, 37 anni, presidente del Rapino Calcio che viaggiava sull’altra auto a fianco di Fabio Iacobini, il calciatore di 30 anni di Crecchio, che era alla guida.

I fratelli Massimiliano e Alessandro Fiore e il loro cugino Mattia Lorenzo Menna, una decina di minuti dopo le ore 24:00 della notte tra il 3 e il 4 settembre, tornando a casa dopo la visita a dei parenti di Pescara, erano a bordo di una Volkswagen Golf, che in fase di sorpasso al Km 13 della SS 649, tratto Francavilla-Guardiagrele, all’altezza del territorio di Bucchianico, è finita contro una Jeep Renegade proveniente dalla direzione opposta e condotta da un 30enne con accanto Domencio Di Fazio di Rapino. Nell’impatto, che ha distrutto le due auto, gli occupanti della Golf sono morti sul colpo: i sanitari del 118 di Chieti, giunti sul posto, hanno provato a rianimare Di Fazio, ma non c’è stato nulla da fare. Il calciatore che era alla guida della Jeep Renegade, ferito gravemente, è stato invece portato al policlinico di Chieti dove è ricoverato in prognosi riservata dopo vari interventi.

Sono rimasti illesi invece, i cinque occupanti della Fiat Tipo che era stata sorpassata dalla Golf e che durante lo scontro è stata urtata di striscio, senza conseguenze per il conducente e le quattro donne che erano a bordo, tutti di Guardiagrele. Sul posto per i rilievi e per ricostruire la causa dell’incidente, sono intervenute due pattuglie della polizia stradale, coordinate dal commissario Marco Polidoro e i vigili del fuoco che hanno dovuto usare la fiamma ossidrica per estrarre i corpi.

Quella notte, il padre dei due fratelli di Casoli, Domenico Fiore, sapendo che i ragazzi avevano preso la strada del ritorno già da un po’, non vedendoli arrivare, si è allarmato ed ha iniziato a telefonare ai figli e al nipote senza ottenere risposta, dopo la conferma della loro partenza da Pescara data dai parenti, ha preso l’auto ed ha percorso la stessa strada che i ragazzi avrebbero dovuto fare per il ritorno a casa, finché non si è ritrovato davanti al tragico incidente.

Alessandro e Massimiliano Fiore di Casoli, lasciano il papà Domenico, la mamma Luisa Innaurato, la sorella Erika e il fratello Marco. Mattia Manna di Altino, lascia il papà Emanuele, la mamma Rebecca Innaurato e la sorella Asia. Domenco Di Fazio di Rapino, lascia il papà Rocco, la mamma Ginetta, il fratello Marco, la sorella Valentina e la fidanzata Lorena.

Domenico Di Fazio di Rapino

I funerali del 7 settembre e il lutto cittadino a Casoli, Altino e Rapino

I corpi sono stati portati all’obitorio di Chieti per l’autopsia e domani 6 settembre le salme dei ragazzi di Casoli e Altino, saranno esposte dal tardo pomeriggio nel Palazzetto dello Sport di via Lame, dove martedì 7 settembre, alle ore 10:00 si svolgeranno i funerali che per il rispetto delle norme anti-Covid19, potranno essere seguiti attraverso la piattaforma zoom con le seguenti credenziali di accesso: ID 360 063 0583, oppure su YouTube cercando “Funerale Fiore Menna“. Le famiglie delle vittime ringraziano anticipatamente quanti si uniranno al loro dolore.

Il funerale di Domenco Di Fazio invece, si svolgerà sempre il 7 settembre, ma di pomeriggio, alle ore 16:00, presso il Campo Sportivo di Rapino (che porterà il suo nome) con la partecipazione in presenza dei cittadini e nel rispetto delle norme anti-Covid19. La camera ardente sarà allestita domani 6 settembre presso l’obitorio dell’Ospedale Civile di Chieti. “Domenico aveva una casa tutta sua, che non era quella che divideva abitualmente con la sua famiglia – ha detto il sindaco di Rapino Rocco MicucciTalmente grande, talmente impegnativa, talmente sua, che se lo cercavi sapevi dove andare a colpo sicuro. Allora credo che quando Domenico tornerà a casa, lo dobbiamo accogliere dentro la ‘sua’ casa. Sono sicuro che sono tutti d’accordo, anche i ragazzi dell’ASD Rapino Calcio, il Parroco Don Claudio, i ragazzi e le ragazze del Coro Parrocchiale Rapino.

Per il giorno dei funerali, i comuni di Casoli, Altino e Rapino, hanno proclamato il lutto cittadino. La redazione di casoli.org, porgendo le più sentite condoglianze, si unisce al dolore dei familiari stringendoli in un forte abbraccio.

Immagini collegate:

Condividi