19 Maggio 2024
Foto anticheGallerieTradizioni

Cerimonia alla “Villetta San Francesco” dopo la tradizionale “Messa degli uomini”

Ripubblichiamo questa foto diffusa sul sito il 25 maggio del 2010, con una migliore definizione, al fine di poter riconscere meglio le persone presenti all’evento di un Lunedì di Pasqua di 53 anni fa.

La statua di San Francesco, fu scolpita dall’artista Felice Giuliante (detto don Felicetto Giuliante) di Pennapiedimonte e collocata nel 1961 nella piccola area verde degli anni 30 di Via Francesco Paolo Michetti, dove fu benedetta da Mons. Giovanbattista Bosio il Lunedì di Pasqua dello stesso anno, precisamente il 22 Marzo 1961.
Questa foto, illustra una cerimonia avvenuta 10 anni dopo, sempre il Lunedì di Pasqua, dopo la tradizionale “Messa degli uomini“. Erano presenti Mons. Loris Francesco Capovilla e numerosi cittadini, tra cui personaggi illustri come Germano De Cinque, Nicola Fiorentino e tanti altri ancora.

Proprio oggi, Lunedì di Pasqua, passeggiando lungo il Corso Umberto I, abbiamo incontrato il Prof. Filippo Travaglini, che ci ha raccontato com’è nata a Casoli l’usanza di celebrare in questo giorno, una Messa riservata solo agli uomini.
Fu istituita verso la fine degli anni 30 per volere di un gruppo di muratori che, ritrovandosi nelle osterie, si riunivano non solo per bere qualche bicchiere. La proposta fu accolta dal parroco e da allora l’usanza si ripete ogni anno fino ad oggi” ci ha detto il Prof. Travaglini.

Molto probabilmente, furono ispirati da altri luoghi dove questa tradizione del periodo di Pasqua, si stava diffondendo, come per esempio ad Agnone, dove nel 1936, l’allora arciprete della chiesa di San Marco, don Giovanni Busico, istituì questa usanza attualmente ancora viva, tant’è che ad Agnone oggi, la Messa degli uomini è stata celebrata dal Vescovo Palumbo.
Partecipare alla Messa, era anche un motivo per raccogliere fondi per la chiesaci ha spiegato il Prof. Travaglini e il legame con San Francesco, nasce dai predicatori francescani che venivano a Casoli nel periodo di Pasqua restando fino lunedì sera. E’ in questo modo che la devozione verso il Santo è rimasta radicata, dando luogo anche alla fondazione della Confraternita di San Francesco.

Vai alla pagina correlata pubblicata il 25 maggio 2010: Cerimonia alla “Villa San Francesco”

Il post di FaceBook correlato, con i commenti: CERIMONIA ALLA “VILLETTA DI SAN FRANCESCO”

Immagini collegate:

Condividi