20 Aprile 2024
ArticoliCronacaNecrologi

La comunità casolana sconvolta per la scomparsa dell’ex sindaco Sergio De Luca

E’ stato travolto dal trattore cingolato ieri mattina, mentre tracciava solchi di protezione anti-incendio su un terreno di famiglia a Fonte Padula di Sant’Eusanio del Sangro. Numerosi i messaggi di cordoglio provenienti da tutto il territorio.

30 aprile 2016, ultimo Consiglio Comunale dell’amministrazione De Luca
Sergio De Luca durante il suo ultimo Consiglio Comunale in veste di Sindaco

Ieri mattina intorno a mezzogiorno, dopo la tragedia avvenuta alcune ore prima, si è diffusa rapidamente tramite i social e le testate giornalistiche online, la notizia della tragica morte dell’ex sindaco Sergio De Luca di 58 anni, che ha lasciato l’intera comunità incredula e sconcertata.

I numerosi incendi che si sono sviluppati nei giorni scorsi in Abruzzo, ma anche a Casoli e dintorni, le previsioni meteo che hanno annunciato un’altra forte ondata di caldo sull’Italia col rischio del ripetersi dei roghi sparsi nelle campagne e nei boschi, avevano ieri mattina spinto l’ex sindaco ad intervenire con un’azione preventiva, tracciando solchi di sbarramento contro gli incendi. Ma la presenza di un fossato ricoperto di vegetazione è stata la causa del ribaltamento del trattore cingolato e dell’incidente mortale. Stando ad una ricostruzione dell’accaduto, probabilmente l’incidente è successo intorno alle ore 7:00, ma il corpo è stato ritrovato dal padre intorno alle 10:00. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, i vigili del fuoco e i carabinieri, che purtroppo non hanno potuto fare nulla per salvarlo.

Laureato in Agraria, De Luca è stato un funzionario nel settore dell’Agricoltura della Regione Abruzzo; per due mandati, dal 2006 al 2016, sindaco di Casoli e ultimamente era Consigliere Comunale di maggioranza.

Sergio De Luca Lascia la moglie Daniela e i figli Mattia e Ilaria, a cui sono giunti numerosi i messaggi di cordoglio per la tragica morte del loro congiunto a partire dall’attuale primo cittadino Massimo Tiberini il quale ha detto: “Abbiamo perso un grande uomo. I suoi insegnamenti cammineranno sulle nostre gambe e nei nostri cuori. Mi ha trasmesso tutto nel segno della onestà, determinazione e umiltà“. Numerosi stanno giungendo anche i manifesti di partecipazione al lutto da parte di Enti, istituzioni, associazioni, amici e colleghi.

I funerali si svolgeranno domani mattina mercoledì 11 agosto, alle 9:30 in piazza Santa Reparata, muovendo anticipatamente dalla propria abitazione in c.da Ripitella, dov’è allestita la camera ardente.

La redazione di casoli.org, ricordando tutti i rapporti avuti con De Luca, fin dal primo insediamento nell’assise comunale del 2006, per articoli e reportage ed anche per proposte e suggerimenti, si unisce al dolore dei familiari porgendo le più sentite condoglianze.

Raccogliamo in questa pagina, i messaggi di cordoglio pubblicati sui Social con post e commenti e inviati in privato alla nostra redazione. Per segnalarne altri, mandateci un messaggio sulla pagina FB o via email all’indirizzo info@casoli.org oppure con WhatsApp al numero 338.8660380, li aggiungeremo in questa pagina.

Avvocato Silvana Vassalli:

Conosciuto nella campagna elettorale amministrativa del 1997, abbiamo lavorato insieme e abbiamo vinto le elezioni comunali, io sindaco, prima donna nella storia casolana, assessori tutti giovani quarantenni, lui assessore all’urbanistica, tante idee e tanti progetti, molti realizzati.
Sergio si era dimostrato subito attento, pragmatico, risoluto. Caratteristiche che lo hanno contraddistinto anche nel suo decennio da Sindaco. Ma Sergio non è solo l’ amministratore pubblico, è e sarà sempre una ottima persona, amante e amato dalla sua famiglia, amante del suo territorio e della terra.
Non è stato solo ottimo professionista come dottore delle scienze agrarie, ma sempre ” agricoltore” e fine conoscitore di tutti i problemi legati alla agricoltura. Stimato da tutti. Mancherà il tuo severo sorriso.

Vincenzo Muratelli (Sindaco di Altino):

Ciao Sergio.
Non voglio ricordarti solo per quello che eri ma, come per i grandi, per quello che ci lasci in eredità.
Apparterrai al mondo di quelle persone che vivranno per sempre e non solo per essere stato un grandisismo Sindaco ma per ciò che hai seminato e lasciato in dote, a tutti, nel tuo passaggio come uomo, come amico e come amministratore.
Porterò nel cuore ogni momento vissuto assieme perché, in ogni occasione trascorsa con te, rimarrà viva la tua grande capacità di essere la guida, il modello, il consigliere, il richiamo e l’esempio per tutti noi che abbiamo condiviso con te un tempo di impegno per le nostre comunità.
Quando ti abbiamo cercato per avere un tuo parere sulle questioni del territorio la tua saggezza e onestà erano le chiavi di lettura più sagge per leggere, interpretare e poi prendere le decisioni.
Tu , carissimo Sergio, sapevi, infatti ogni volta, con onestà e lealtà darci il tuo consiglio. Un consiglio che volevi mantenesse la discrezione di una tua valutazione delle situazioni, ma che sempre si dimostrava, alla fine, l’indicazione giusta e saggia da adottare.
Ciao Sergio perdo oggi l’amico discreto, leale, saggio , attento, intelligente, educato e accogliente nell’ascolto.
Ogni incontro, ogni confronto e ogni momento rimarranno insegnamenti speciali.
Sergio oggi questo territorio, che tanto hai amato, ti dice Grazie per ciò che hai seminato e che per sempre vivrà e animerà la vita e il fare di noi amministratori locali grazie al tuo esempio.
Vorremmo tutti davvero fosse un sogno e svegliarci e rivederti con il tuo sorriso e la tua gentilezza mentre, dopo aver ascoltato, potessi ancora indicarci la strada di quel fare amministrativo e umano che hai sempre ispirato all’onestà, al rispetto, alla capacità del fare e alla visione di un agire di cui sei stato e sarai per sempre modello per tutti noi.
Voglio ricordarti così Sergio.
Uno straordinario esempio del fare amministrativo e un amico gentile e di raffinata signorilità.
Ciao Sergio
Amico mio speciale.
Alla famiglia , al Sindaco Massimo Tiberini e a tutta la comunità di Casoli le mie condoglianze, quelle dell’intero consiglio Comunale e di tutta la comunità di Altino

Costanza Cavliere (dirigente scolastica Ist. “Algeri Marino”) :

È veramente doloroso pensare che Sergio De Luca non ci sia più, sia a livello sociale che personale.Persona attenta e scrupolosa, sollecita e sempre presente nelle nostre problematiche scolastiche. Con lui abbiamo condiviso sogni importanti come l’attivazione dei corsi del liceo delle scienze umane e dell’istituto agrario con grande entusiasmo (era un agronomo ed era felice per questa iniziativa, con altri amministratori) e lo scambio con la scuola australiana di Canning, gemellata con il Comune.Anche se attualmente meno in evidenza come responsabile dalla politica e dall’amministrazione di Casoli, restava sempre una figura saggia e pacata di riferimento per le istituzioni del territorio. Lo avevo sentito di recente e, come sempre, era stato disponibile a darci una mano nell’organizzazione delle recenti iniziative scolastiche.Sono certa che un giardino lo stia aspettando da qualche parte, nel mentre che cercherà di consolare la sua Famiglia, l’Amministrazione Comunale, le persone che lo hanno amato e stimato, sia a livello pubblico che personale e a cui giunge il più profondo cordoglio da parte della nostra Scuola.A Dio, Sergio, caro e stimato amico.

Francesco Di Cintio (ricercatore storico):

Era il lontano aprile 2013 quando, in veste di Sindaco del Comune di Casoli, hai aperto le porte della tua amata terra ad un gruppo di veterani inglesi guidati da una giovane battlefield guide. Assieme alla prof.ssa Della Morgia Piera (Piera Dellamorgia) avete incoraggiato e supportato con ogni mezzo a vostra disposizione il mio desiderio di raccontare la Storia della Seconda guerra mondiale nel Sangro-Aventino nel modo più multi-prospettico e inclusivo possibile. Sei stato il primo amministratore italiano a riporre in me la massima fiducia. Nel dicembre 2013, sei stato il primo amministratore italiano ad invitare i reduci, le famiglie e gli ufficiali del Parachute Regiment a Casoli per commemorare assieme la straordinaria alleanza tra i soldati britannici e i patrioti della Maiella. Se oggi si parla di memoria storica e turismo nel Sangro-Aventino, il merito è senz’altro tuo. Riannodo i fili di questi ultimi otto anni e l’unica cosa che riesco a dire in questo momento di grande dolore e sconforto è: “Grazie Sergio De Luca, grazie di tutto e per tutto”. Con la tua prematura scomparsa l’intero Abruzzo perde un amministratore zelante, onesto, pacato, affettuoso, scrupoloso e generoso. Che la terra ti sia lieve mio caro Sergio. Fai buon viaggio verso la terra dei nostri padri.

Guardiagrele il Bene Comune:

La notizia della morte di Sergio De Luca ci rattrista molto. Con Sergio va via una persona buona, un amministratore appassionato, un servitore credibile della cosa pubblica.Ricordiamo il suo impegno per la causa della sanità pubblica che ci fece condividere un pezzo importante della recente storia del nostro territorio.In Sergio abbiamo avuto un sostenitore della nostra battaglia politica, un consigliere affidabile, un amico.Esprimiamo alla famiglia la nostra vicinanza e alla comunità di Casoli, a partire dall’amministrazione di Massimo Tiberini, i sentimenti di amicizia e di sostegno in questo momento così difficile.

Menina Belfatto (Protezione Civile Valtrigno):

Sergio ci ha lasciato, una notizia del genere ti lascia nello sconforto più profondo. E poi arrivano i ricordi dei momenti(tantissimi) passati insieme per cercare di risolvere i problemi e le sofferenze delle persone che ci circondavano. Il terremoto dell’Aquila è stato uno di questi e tu accanto a noi della protezione civile Valtrigno di Casoli a supportarci in tutto quello che ti chiedevamo, prendevi il furgone e ci portavi tutto. E i momenti felici seppur faticosi dei Sentieri della Libertà li abbiamo fatti tutti perché ci sostenevi con il sorriso misto a grande serietà e umanità. Impossibile dimenticarti caro ex sindaco e amico sincero.

Mario Zulli (Sindaco di Gessopalena):

Tutta la comunità di Gessopalena si stringe a Casoli e al suo Sindaco Massimo Tiberini per la sconvolgente notizia della scomparsa di Sergio De Luca. Persona ammodo, corretta, ma soprattutto competente.Ai familiari l’abbraccio più grande e tutta la vicinanza. Fatalità come queste sono del tutto incomprensibili e lasciano tutti attoniti.Ciao Sergio, che la terra ti sia lieve.

Fratelli d’Italia Casoli:

L’esecutivo comunale di Fratelli d’Italia accoglie la notizia della scomparsa dell’ex Sindaco, Sergio De Luca, con stupore e profonda afflizione. L’arena politica ha trovato contrapposti gli schieramenti ma sempre con uno spirito di confronto leale e corretto. Il Direttivo esprime, pertanto, cordoglio per l’avvenuta tragedia e porge, nel contempo, le più sentite condoglianze alla famiglia ed ai colleghi del PD.

Emiliano Odorisio di “Tencicalmente”:

Se la devo pensare come una favola vorrei tanto che ciò che è accaduto fosse solo uno scherzo. Invece ci ha lasciato Sergio, persona con cui ho condiviso tanti progetti per la nostra comunità, uomo prima che Sindaco, con cui mi sono ritrovato a discutere spesso nel suo ufficio comunale dove le nostre diverse idee si convogliavano sempre per un obiettivo comune. Politicamente diversi ma per il paese sempre uniti e combattivi. In passato, quando ho avuto bisogno, mi ha sempre teso la mano, cercando, quando possibile, di aiutarmi.Ha dato e fatto molto per la nostra comunità.R. I. P Sergio. Condoglianze a tutta la famiglia

Mike Brosnan (Palazzo Ricci Club):

Tristissima notizia da Casoli, l’ex sindaco di Casoli Italia è morto oggi in un tragico incidente. Sergio De Luca è stato un buon amico del progetto Palazzo Ricci e molto importante per le prime fasi del nostro sviluppo. Il nostro cuore più profondo sentite condoglianze vanno alla sua famiglia e a tutta la comunità, era molto amato.

Fausto Tinti (Sindaco di Castel San Pietro, paese gemellato con Casoli):

È un giorno triste per Castel San Pietro: è morto Sergio De Luca, l’ex sindaco di Casoli, il comune in provincia di Chieti con cui Castel San Pietro è gemellata”. Così il sindaco Fausto Tinti sulla scomparsa del collega. “Era stato De Luca ad avviare il percorso stringendo il primo patto di amicizia nel 2012, poi diventato gemellaggio nel 2017 quando il sindaco di Casoli era già Massimo Tiberini. “Con Casoli, Castel San Pietro condivide caratteristiche geografiche, storiche e culturali: è a Casoli che è nata la gloriosa Brigata Maiella che si impegnò nella Liberazione di numerosi comuni italiani tra cui la Castel San Pietro. Un abbraccio alla famiglia di De Luca a nome dell’amministrazione comunale e un pensiero all’intera comunità amica di Casoli da parte di tutti i castellani. (Pubblicato su Il Resto del Carlino)

Andrea Lannutti (casolano emigrato a Castel San Pietro):

Emigrante a Castel San Pietro da 50 anni, una vita ho sempre sognato di vedere questi due paesi più vicini. De Luca un giorno mi chiamo’ a casa sua e mi disse: “Andrea possiamo allacciare un rapporto di amicizia con Castel San Pietro e magari un gemellaggio?“. Io da quel momento feci di tutto e di più per far mettere in contatto i due sindaci e dopo alcuni mesi si incontrarono a Castel San Pietro e la contentezza era andata alle stelle, infine il gemellaggio tanto desiderato da me, andò a buon fine. Domani non potrò esserci al funerale, ma alla radio nata per il gemellaggio “Media Radio Castellana” gli farò dedicare una trasmissione.

Travaglini Massimiliano (Movimento delle Agende Rosse):

Caro Sergio, io non ci voglio credere. Ieri quando ho appreso la triste notizia telefonicamente sono rimasto basito. Subito mi sono tornati alla mente alcuni episodi vissuti assieme quando Tu eri Sindaco ed organizzammo degli eventi a titolo gratuito. Il primo ricordo quando durante un incontro svoltosi nella nostra amata Casoli (Chieti) il 19 maggio 2012 dal titolo: “Legalita’: da che parte stare?” giunse la telefonata in diretta di Salvatore Borsellino Salvatore Borsellino (fratello del Dr. Paolo e presidente dell’associazione delle Agende Rosse) io Ti tolsi la parola (scusami ancora!) e Tu mi mettesti la mano sulla spalla con evidente commozione ed emozione reciproca. Mancherai a tutti coloro che Ti hanno conosciuto. Le più sentite condoglianze ai Tuoi familiari. Grazie per quanto fatto per la nostra amata Casoli, mi/ci mancherai, riposa in pace. (Nota: dal minuto 3′ 20″ di questo video https://youtu.be/Z7Fct4F6SYo, l’intervento del Sindaco Sergio De Luca)

Associazione “Il Sentiero della Libertà”:
Un grande dolore per tutti noi dell’Associazione “Il Sentiero della Libertà”. Sergio è stato un vero amico, sempre presente a tutte le iniziative, discreto, disponibile, pronto a collaborare. Non ti dimenticheremo mai.

Don Guido Carafa:

Carissimo Sergio, Voglio salutarti con tutto l’affetto e la stima che hanno sempre caratterizzato il nostro rapporto. Posso dire con immensa gioia e anche con orgoglio che il mio cammino al sacerdozio è stato accompagnato da un Sindaco che ha la stoffa della Brava persona, da colui che ha la passione per il bene della sua comunità. Ho tanti ricordi che custodisco di Te, ma forse il più bello ed anche il più importante è sottolineare la tua capacità di gioire per l’altro. Per il bene che l’altro riceve e che riesce a donare. Carissimo Sergio, la nostra fede ci dà la sicura certezza che la vita non ci é tolta, ma è donata per sempre nell’eternità. Il mio pensiero, pieno di affetto, va alla tua cara Moglie Daniela ai tuoi adorati figli, ai tuoi amabili genitori e alla tua cara famiglia; sono certo che il Signore della vita saprà spandere l’olio della consolazione ed il vino della Speranza e sarà quel buon Samaritano che ci aiuterà a vivere. Il nostro non è un semplice arrivederci, ma un A-Dio certi che ci ritroveremo per sempre nel suo immenso amore.

Mario Pupillo (Sindaco di Lanciano e Presidente della Provincia di Chieti):

Una tragedia incredibile. Addio Sergio De Luca, Sindaco e Uomo per bene! Sergio era un signore, garbato, elegante, sempre capace di mediare con la competenza e l’equilibrio frutto di un carattere mite e di un’esperienza antica. E’ stato amministratore lungimirante di Casoli, punto di riferimento di tutta l’area, che ha saputo raccogliere grandi risultati. La precarietà della nostra esistenza trova a volte tragiche conferme. Ieri sera era con l’attuale Siindaco Tiberini a parlare di politica ed aveva salutato annunciando per la mattina successiva l’impegno nei suoi terreni in campagna, dove amava passare il tempo libero e assolvere impegni di agricoltore. Il destino assurdo, inaspettato lo ha rapito in un luogo che ha sempre amato. Dipendente regionale di grande capacità ha lasciato un prototipo di amministratore difficilmente imitabile in quanto racchiudeva tutti i requisiti per essere un ottimo sindaco. E’ stato due volte primo cittadino, poi vicesindaco per due anni e poi era tornato consigliere, in pieno accordo con il sindaco e la sua maggioranza. Uno spirito di servizio inappuntabile. Ricordo le sue veementi lotte in difesa del presidio ospedaliero di Casoli e la sua opera più bella, la Piazza di S. Reparata a cui teneva tantissimo. Ricordo un’assemblea infuocata, in Provincia, dove si era creato un clima difficile ed ostile. Il suo intervento pacato e autorevole riportò la calma e il corretto confronto fra le parti. L’unico “difetto” che potrei addebitare a Sergio era la sua modestia. Ecco Sergio era un esempio per tutti noi. Alla signora Daniela e ai figli Mattia e Ilaria le mie più sentite condoglianze a nome della Città di Lanciano, sentimenti di vicinanza che estendo alla comunità casolana estese, al sindaco Tiberini e a tutti colori che gli hanno voluto bene e che oggi piangono un uomo che ha dato tanto a chi ha avuto la fortuna di incontrarlo. Addio Sergio, che la terra ti sia lieve.

Enrico Di Giuseppantonio (Sindaco di Fossacesia):

Una disgrazia che mi colpisce profondamente. Ho avuto stretto contatti con lui quand’ero Presidente della Provincia di Chieti e come sindaco.
È stato un amministratore attento, scrupoloso ed attento ai problemi di tutta la comunità. A nome della mia città e dell’Amministrazione Comunale che guido, esprimo le più sentite condoglianze alla sua famiglia e alla città di Casoli per questa prematura e tragica scomparsa

Immagini collegate:

Condividi