15 Giugno 2024
ArticoliDiversabili

Severino Mingroni e il lavoro encomiabile dei suoi due amici informatici

Un progetto ambizioso portato avanti dal dott. Emanuele Acri, affiancato da Marco Giardinelli, ha reso la comunicazione del Locked-In Severino Mingroni, meno spigolosa. Nell’aprile del 2018, vennero coinvolti anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e la società americana Apple, nella persona di Lisa Jackson.

Severino Mingroni con alla sinistra della foto Emanuele Acri, a destra Marco Giardinelli e dietro di loro Gianni Porreca

Si è parlato tanto di tecnologia, durante la giornata dedicata ad Algeri Marino del 21 marzo 2023 (l’evento organizzato dall’IISS “A. Marino” di Casoli) e, per restare ancora in tema di tecnologie, soprattutto di quelle applicate all’informatica, abbiamo il piacere di rendere pubblico un progetto concluso qualche giorno fa, molto importante nel suo impiego, che riguarda delle interfacce essenziali per la comunicazione di un disabile totale di nome Severino Mingroni, colpito più di ventisette anni fa dalla sindrome di Locked-In e che ha la necessità di vivere la sua first life attuale, quasi esclusivamente in veste digitale.

In progetto consiste in un lettore di coordinate mediante webcam, che muove il puntatore su schermo e che mediante una tastiera virtuale sul monitor (molto personalizzata), consente a Severino Mingroni di usare il computer con il lieve movimento del capo a lui permesso; nel caso preso in considerazione, si tratta dell’impiego di un PC Mac di ultima generazione.

La persona che ha realizzato il progetto è il dott. Emanuele Acri con la supervisione di Marco Giardinelli, entrambi sono anche amici di Severino. La collaborazione del team nel suo insieme, ha conseguito un risultato molto interessante, visto che nel 2018 vennero coinvolti il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e la società americana Apple, nella persona di Lisa Jackson (Vice President Environment Policy and Social).

A distanza di cinque anni, Severino ha potuto coronare il suo sogno: quello di utilizzare compiutamente un PC di ultima generazione con tutte le applicazioni necessarie al suo lavoro di scrittore e blogger. Nel suo libro “Fileman X, uno dei Lockedin di Internet” (pubblicato dall’editore “Ipertesto”), Severino spiega cosa gli è accaduto dal lontano 1995 e come “vive” oggi. Finora i suoi racconti erano rimasti confinati su siti web, oppure pubblicati su testate giornalistiche.

Il dott. Emanuele Acri, proviene da un percorso di studio iniziato presso l’IISS “Algeri Marino” di Casoli, proseguito nella facoltà d’informatica nell’Università degli Studi de L’Aquila. La sua tenacia nel porre in condizione di operatività Severino, è stata affiancata dalla supervisione del “sarto informatico” (definizione coniata da Severino) nella persona di Marco Giardinelli, che segue Severino da quando ha avuto bisogno di un computer per comunicare. Emanuele Acri e Marco Giardinelli, hanno permesso l’impiego nel tempo, di interfacce personalizzate e ottimizzate senza soluzione di continuità.

L’attuale versione, che vede Emanuele Acri protagonista nella realizzazione dell’ultima interfaccia su “Apple Ventura”, si può considerare lo stato dell’arte di tutto il lavoro fatto nel corso del tempo.
Un sincero augurio a Severino per una sua più assidua presenza in piattaforma web, con altre opere su più tematiche che sicuramente saprà realizzare per un ampio pubblico.

Immagini collegate:

Condividi